Dammusi in vendita a Pantelleria, nuovi in costruzione

  • Dammusi nuovi in vendita

    La storia millenaria dei dammusi continua ancora oggi. Rekale sta infatti costruendo in località Nikà due ampi dammusi. Leggi tutto
  • I segreti dei dammusi

    Il dammuso è la tradizionale abitazione di Pantelleria. Si è evoluto nel corso degli ultimi mille anni in modo da adattarsi perfettamente all'ambiente dell'isola. Leggi tutto
  • Terreni edificabili

    Sviluppi Urbani propone anche diversi terreni edificabili per la costruzione di dammusi nuovi su ordinazione. Leggi tutto
  • Dammusi: tradizione antica, comfort moderni

    I nostri dammusi possono essere personalizzati secondo le specifiche esigenze del singolo committente. Leggi tutto
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Dove e come stiamo costruendo i nostri nuovi dammusi in vendita

Un'isola figlia del fuoco

Una favara, uno dei tanti fenomeni di vulcanismo secondario visibili a Pantelleria

Fin dal primo sguardo ci si rende conto di come Pantelleria sia un'isola unica. È formata da rocce verdi tanto caratteristiche da prendere il nome di pantelleriti. Le rocce, come tutta l'isola, sono di origine vulcanica. Pantelleria sorge infatti nel punto in cui la placca europea e quella africana si incontrano dando origine a diversi fenomeni vulcanici. Proprio la natura vulcanica rende il suolo ricco di minerali e quindi molto fertile, anche se povero d'acqua.

Il visitatore non deve preoccuparsi, le attività vulcaniche di Pantelleria si sono concluse circa 8000 anni fa, e a metà dell'800 si sono verificati gli ultimi due episodi di rilievo. Nel 1831 un'eruzione formò tra Pantelleria e Sciacca un'isola del perimetri di circa 5 chilometri, prontamente battezzata dai Borboni Ferdinandea in onore del loro re Ferdinando, ma reclamata anche dagli inglesi che furono i primi a sbarcare sul suolo ancora caldo nominandola “Isola di Graham” e dai francesi che la chiamarono “Julia”, dal mese in cui sorse dalle acque. La contesa non durò a lungo, dato che nel dicembre dello stesso anno l'isola si inabissò, ponendo fine ad ogni discussione.

Un fenomeno simile si verificò anche nell'ottobre 1891, quando a 4 miglia a nord ovest di Pantelleria una spettacolare attività vulcanica sottomarina fece sorgere dal mare una striscia di lava lunga un chilometro. Ma anche in questo caso l'isola scomparve dopo soli otto giorni.

La natura vulcanica di Pantelleria è ben percepibile, oltre che dalla morfologia del terreno, anche dai numerosi fenomeni vulcanici secondari come le “buvire”, pozzi di acqua salmastra con temperature fino a 70 °C; le “favare”, getti di vapore acqueo a circa 100 °C; le grotte naturali con emanazioni di vapori dette “bagni asciutti” o “stufe”; la “grotta del freddo” di Bukkuram, rinfrescata dall'evaporazione dell'umidità dell'aria, e le numerose sorgenti di acqua calda e termale.

6 motivi per amare Pantelleria

Un mare da sogno

Un mare da sogno

Il mare di Pantelleria ha acque limpide e incontaminate e fondali ricchi di flora e fauna, con alcune specie che sono quasi scomparse dalle altre zone del mediterraneo. Per questo Pantelleria è una meta prediletta per chi ama il mare. La costa, nera e frastagliata, stupisce per la sua bellezza e varietà. È ricca di calette e viste suggestive. Il mare, di un intenso colore blu, è accessibile da num...

Terme naturali

Terme naturali

Pantelleria è costellata da tantissimi fenomeni termali, liberamente accessibili. Il lago “Bagno dell'acqua” (noto anche come “Specchio di Venere”), ad esempio, è in parte alimentato da una calda sorgente sulfurea che sgorga sulla sponda occidentale. Dopo qualche minuto di immersione nell'acqua calda è possibile spalmarsi il corpo con i fanghi termali di cui sono ricche le rive, farli seccare al s...

Fondali ricchi di storia, flora e fauna

Fondali ricchi di storia, flora e fauna

Pantelleria è un paradiso per i sub, sia principianti che esperti. Le località che offrono le immersioni meno impegnative sono Cala Gadir, dove è possibile ammirare un importante percorso archeologico subacqueo, tra i primi in Italia, che testimonia la vivace attività commerciale del porticciolo nell'antichità. Qui si possono infatti osservare, in un percorso guidato, reperti come le anfore punich...

Una cucina ricca e originale

Una cucina ricca e originale

La cucina pantesca unisce in un originale connubio elementi siciliani e nordafircani. Da assaggiare almeno una volta è la tumma o tuma, il fresco formaggio locale primosale, e i ravioli amari con menta e ricotta, una delle specialità più famose dell'isola. Il profumato pesto pantesco è invece un condimento a base di pomodoro crudo, olio d'oliva, aglio, basilico e peperoncino, usato sia per condire...

Una natura selvaggia da esplorare

Una natura selvaggia da esplorare

Pantelleria offre una varietà, straordinaria per un'isola così piccola, di scenari naturali che posso essere esplorati attraverso diversi sentieri. L'Azienda Foreste Demaniali, che gestisce la Riserva Naturale Orientata dell'isola, ha curato la “Carta dei sentieri e degli itinerari” con la quale si possono riscoprire i vecchi percorsi anticamente utilizzati dai panteschi. Gli itinerari proposti so...

Birdwatching

Birdwatching

Pantelleria è in una posizione strategica non solo per gli uomini, ma anche per gli uccelli, che la usano come tappa nelle migrazioni tra l'Africa e in nord Europa. I birdwatcher potranno osservare alcune specie molto interessanti come il fringuello tunisino e l'airone guardabuoi. D'estate arrivano il rondone, il culbianco, il codirossone, l'upupa e i fenicotteri. A settembre arrivano invece dal ...

Pantelleria: un mondo a parte

  • Un'isola figlia del fuoco +

    Fin dal primo sguardo ci si rende conto di come Pantelleria sia un'isola unica. È formata da rocce verdi tanto Leggi tutto
  • Una terra ricca di storia +

    La posizione strategica e la fertilità del suolo hanno reso Pantelleria un luogo ambito da parte di tutte le civiltà Leggi tutto
  • Un manto verde primordiale intatto +

    Pantelleria alterna scenari aspri con altri straordinariamente lussureggianti. È infatti una delle pochissime isole italiane a mantenere pressoché intatto il Leggi tutto
  • La figlia del vento +

    A Pantelleria il vento soffia, in media, 337 giorni all'anno. Non a caso gli arabi la chiamavano “bent el-rhia”: figlia Leggi tutto
  • Sapori unici +

    Pantelleria è famosa nel mondo per due specialità: il vino (moscato e passito) e i capperi. La coltivazione della vite Leggi tutto
  • 1

Carta d'identità

  • Superficie: 83 kmq. È la quinta isola italiana per dimensioni dopo Sicilia, Sardegna, Isola d'Elba e Isola di S. Antioco.
  • Perimetro: 51,5 km
  • Larghezza: 8 km
  • Lunghezza: 13,7 km
  • Distanza dalla Sicilia: 85 km
  • Distanza dalla Tunisia: 67 km
  • Abitanti: 7624
  • Maggiore rilievo: Montagna grande (836 m)
  • Temperatura media: tra i 9 e i 14°
  • Temperatura media in estate: 25°

I mille nomi di Pantelleria

  • Hiranin (l'isola degli uccelli), fenici
  • Pantiddarìa, siciliano
  • Cossyra, greci
  • Cossura, romani
  • bent el-rhia (figlia del vento), arabi
  • al-Quasayra (la piccola), berberi
  • pantelleria, italiano